ABOUT

awt-1-4

Qualcosa su di me… Penso che non ci sia cosa più difficile di parlare di se stesso.

Bene! Iniziamo dalle cose che amo:

Amo la fotografia

Amo viaggiare

Amo stare con i miei amici (pochissimi ma buonissimi!)

Amo il mare

Amo il mio lavoro

Sono nato e vivo in Toscana dal 1976 e fin da giovane sono stato sempre affascinato dal mezzo fotografico.

Nel 2006 ho iniziato la professione di fotografo di matrimoni ma sempre con un stile reportagistico.

Ho frequentato diversi corsi e workshop tenuti da fotografi di calibro nazionale e internazionale: Edoardo Agresti, Francesco Cito, Francesco Zizola, Steve McCurry…

Sono sempre stato interessato dal lato sociale mio lavoro, dalla potenza del linguaggio dell’immagine, infatti ho viaggiato molto per raccontare storie: Malawi, Tanzania, Burkina-Faso, Guinea-Bissau, Mali, Mozambico, India, Bangladesh, Mongolia…

Nel 2011, insieme ad altre persone fondo l’associazione METODO, che si occupa di progetti contro il bullismo, l’integrazione in particolare modo al mondo dei giovani basandosi su due principali pilastri: la formazione esperienziale e l’utilizzo dei media.

Ho partecipato a vari training europei del programma Erasmus+ sui media.

Nel 2013, ho sentito il bisogno di entrare in contatto con un mondo a me sconosciuto: la disabilità.

Entro a far parte del progetto ROTELLANDO a cura di Fabrizio Marta ala Rotex e partecipo alla spedizione con Costa Crociere nel Mediterraneo e poi in seguito in Finlandia, Malta, Londra e San Marino.

Nello stesso anno mi avvicino ad un gruppo di persone affette da Morbo di Parkinson e poi ad un’associazione di subacquea per diversamente abili, producendo dei multimedia (“come bianche farfalle di neve” e “angeli blu“).

Inoltre vengo selezionato come volontario nell’associazione DYNAMO CAMP ONLUS e da giugno 2015 sono membro dello staff. Mi occupo di fotografia e video, laboratori per bambini ed adolescenti ospiti del camp. Lavoro anche per l’azienda DYNAMO ACADEMY e anche in questo ambito svolgo laboratori di formazione per aziende.

Sono convinto che l’immagine è uno strumento potentissimo e molto accessibile. Per questo motivo lo uso anche come strumento di comunicazione per l’educazione all’immagine e come mezzo per esprimere una propria emozione.

Per me la fotografia non è solo il CLICK della macchina fotografica ma è tutto quello che c’è prima e poi dopo.

Marco